L ‘ effetto “ WOW “

L ‘ effetto “ WOW “

 

Salumarina per me è stato come un fulmine che mi ha colpito quando meno me lo aspettavo, è stato semplicemente incedibile ed ora vi racconterò il perchè di questa mia espressione.

 

Era l’inverno del 2018 ed io ed il mio collega Davide , ora socio, eravamo completamente immersi nel creare il nuovo menu del ristorante di Gianni, ex titolare ed ora socio, in cui eravamo Chef  ed il quale aveva appena cambiato nome, con la per noi “strana” giustificazione che il suo vecchio nome “sunrise” non era corretto per il brand che sarebbe poi diventato La Pescatina. 

 

Passavamo giorno e spesso notte a pensare combinazioni di ingredienti magici per i nostri nuovi piatti, con l’intento di stupire i nostri clienti , ogni ricetta che usciva dalla chimica di noi due era stupefecente, eravamo pienamente soddisfatti. 

 

O quasi.

 

Avevamo completato ormai il menu, nn ci restava dunque che produrre un pò di basi per l’apertura del ristorante , ma qualcosa di sottile nell’ aria si muoveva ancora, quel desiderio inconscio di creare veramente qualcosa che potesse cambiare le regole del gioco, qualcosa che nessuno prima d’ora aveva pensato di fare, qualcosa che avrebbe potuto lasciare un segno indelebile nella storia.

 

Cosi un giorno preso dalla pazzia, non contento del tantissimo lavoro che avevamo già da fare, scesi in cucina , presi da parte Davide e gli dissi con un sorrisetto “ Dì, ma perchè nn facciamo la salsiccia di tonno?” . 

 

Salsiccia di tonno, come suonava bene, la salsiccia, quel qualcosa che vorremmo ogni giorno sulle nostre tavole, un mix di gusto e bellezza che sa dell’ incredibile.

 

In quel momento Davide pensò probabilmente tra se e se :“ ma con tutto quello che abbiamo da fare te ti metti a pensare di fare le salsicce di tonno?!”

 

ed esclamò sorridendo : “ se vuoi provare a farle, prova”.

 

Non lo avesse mai detto! Passai tutta la sera a cercare informazioni su informazioni sulle salsiccie e su come farle, in giro su, Evvivalaromagna .org  , Sefossiunasalsiccia .net, Romagnolodoc .it  Mi presentai dunque il giorno seguente in cucina, impettito come un pollo ed esclamai “ ho tutto”!

 

Iniziai dunque a tagliare quel bel pezzo di tonno, non smettevo di ridere un secondo, sembravo matto, quelle salsicce erano li nella mia testa, le stavo immaginando ed erano bellissime!

 

Mescolai giusto i primi ingredienti , fu li che ebbi un colpo di fulmine.

 

Non volevo un prodotto che ricordasse il pesce, bensì doveva essere uguale al 90% in aspetto e sapore alla classica salsiccia. La misi sulla griglia, io e Davide scalpitavamo dalla voglia di provarla.

 

Basto’ un morso.

 

Ci guardammo negli occhi, con quello sguardo di chi ha capito esattamente di aver fatto Tombola ed insieme dicemmo una sola, semplice parola, che racchiudeva tutto : INCREDIBILE ! 

 

La salsiccia era incredibile, nient’altro.

 

Corremmo così da Gianni per fargliela assaggiare. 

 

Subito rimase di stucco, poi iniziò a fare mille domande. 

 

In quel momento si era creato un gran baccano di entusiasmo e quello fu solo l’inizio.

 

Tornati cosi in cucina decidemmo dunque che questa bontà avrebbe dovuto far parte del nostro menù, precisamente nel menù del pranzo,  perchè aveva bisogno di acquistare valore rispetto a quello serale. Guardacaso avevamo recentemente pensato di fare delle piadine con il pesce per valorizzarlo .

 

Davide Disse : “ma perchè non la mettiamo nella piada?” 

 

aggiunse poi : “magari salsiccia e cipolla! 

 

ed allora io : “usiamo la nostra marmellata di cipolle” ! 

 

Aveva un sapore unico

 

La facemmo cosi provare di nuovo a Gianni che da titolare nel frattempo era diventato il nostro tester #1. 

 

La risposta fu più che positiva , ci sentimmo dunque quasi in obbligo di proseguire con la scoperta di altri INCREDIBILI salumi di mare. 

 

Decisi di occuparmene io, con la stessa identica filosofia del primo . Fu come giocare a domino. 

 

Avete presente quando adagiate pian piano un tassello in piedi accanto all altro e spingete il primo??

 

Esatto un’ autentica reazione a catena, la stessa che mi permise di creare il prosciutto cotto, lo speck, la mortadella e la porchetta, tutti rigorosamente di pesce, tutti rigorosamente uguali al 90% al parente di carne. 

 

Furono un successo, li abbinammo riprendendo  i grandi classici ma in veste rivisitata. 

 

Ero davvero felice, perchè sentivo di aver creato qualcosa che nn esisteva, però mancava ancora un pezzettino.

 

Avevamo ormai da qualche mese a che fare con i ragazzi di Big Rocket, specialisti di Marketing del Riminese, per il ristorante e quando esposi a loro ciò che avevamo appena scoperto , un certo Simone , socio di questa grande azienda, ora anche amico e collaboratore, ci diede la chiave di volta a un mondo che ne Io ne Davide ne Gianni conoscevamo, accennando una semplice frase “ è una bomba, dovete fare un Brand !” 

 

In un millesimo di attimo, centinaia di immagini comparsero nella mia mente: Mc Donalds, Apple, migliaia di punti vendita in tutto il mondo . Sapevo che era li che volevo arrivare e potevo vederlo, in maniera nitida nella mia mente, “fu come quando mi immaginai quella salsiccia che poi divenne reale.”

 

Dovevamo dare un nome a questo nuovo Brand, fu cosi che Mattia, fotografo professionista, ora amico e collaboratore, lanciò per aria una parola , SALUMARINA  salumi – mare – piadina . 

 

Ci piacque da subito. 

 

Grazie a Laura poi , grafica professionista , ora amica e collaboratrice, le fu dato anche un volto , confessandoci in seguito che si commosse alla realizzazione del logo , vedendolo. 

 

Tutto si stava incastrando a meraviglia, stava accadendo a me , a noi , tutto questo, frutto di un desiderio di creare qualcosa di nuovo e di nostro.

 

Per tutta l’estate portammo avanti SALUMARINA all ‘interno del ristorante, in contemporanea con esso, io insieme ad un ragazzo, anche lui chiamato Simone, ci occupavamo di lei oltre al resto , Davide si preoccupava di portare avanti la cucina sofisticata che avevamo scelto per La Pescatina e Gianni invece da nostro titolare gestiva il tutto,  con l’importante aiuto di Simone per quanto riguarda la parte marketing di entrambi i Brand. 

 

Decisi dunque di improntarla sulla falsa riga del Fast-food, ma un nuovo tipo di ristorazione veloce, questa volta sana e di qualità. 

 

Fu un successo, i clienti facevano tanti complimenti e noi sempre più convinti del fatto che avevamo in mano un’autentica potenza, avremmo solamente dovuto gestirla al meglio.

 

Finita cosi la stagione estiva , facemmo due conti ed il risultato fu che dovevamo assolutamente intraprendere questo VIAGGIO e che avremmo voluto aprire SALUMARINA in centro a Rimini, fu cosi che iniziammo a cercare il locale adatto.

 

Trovammo cosi una piccola pizzeria al taglio che non ispirava per niente, ma qualcosa ci diceva che era quella giusta per noi, entrammo ed anche se era tutt’altro e credetemi, tutt’altro che perfetta, era perfetta. Non era molto grande ma aveva una spaziosa cucina ed era in una posizione ottimale.

 

Istituimmo dunque una nuova società tra noi tre e ci mettemmo all’ opera. 

 

Con il fondamentale aiuto dell’ architetto Ciavatta poi , anch’esso ormai amico, che ci preparò un progetto incredibile, riuscimmo a trasformare quel posto tutt’altro che perfetto, nel posto ideale per noi.

 

A oggi 2 Marzo 2019 giorno dell’inaugurazione, devo dire Grazie a tutti coloro che ci hanno permesso di arrivare fin qui, perchè è stato solo dall’unione di tutte queste persone che ciò è diventato possibile e senza anche solo uno di questi elementi che sopra ho citato, e tantissimi altri che non ho nominato, non sarebbe stato lo stesso, non si sarebbe intrapreso questo viaggio che porterà noi e non solo noi molto molto lontano.

 

Perchè tutto ciò che facciamo è INCREDIBILE e non smetteremo mai di stupire , e perchè in fondo tutto ciò che ci regala emozioni,  gioie, stupori, che ci fa battere il cuore possiamo sintetizzarlo in una parola , semplicemente “ WOW “ .

 

Salumarina. La piada con l’ Incredibile salumeria di mare.

 

Eddy Guarise.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Your name

Message